Programma dettagliato:Rif 71826

1° giorno  ITALIA– BANGKOK   (-/-/-)
Partenza dall’ Italia con volo Thai Airways  per Bangkok. Pasti, film e pernottamento a bordo.

2° giorno  BANGKOK   (-/-/D)
Arrivo a Bangkok e disbrigo delle formalità doganali. Incontro con la guida locale  parlante italiano e trasferimento privato in hotel. Sistemazione nelle camere. (Camere disponibili dalle ore 14:00). Tempo libero a disposizione per attività individuali. Cena hotel.

3° giorno  BANGKOK   (B/L/D)
Colazione in hotel. Incontro con la guida locale parlante italiano presso la hall dell’hotel e partenza per la visita della capitale. Visita del Royal Grand Palace e dell’annesso Wat Phra Kaew (tempio del Buddha di Smeraldo). I principali edifici che oggi possiamo ammirare sono tre: il Maha Montien, il Dusit ed il Chakri Palace. Quest’ultimo in particolar modo è la costruzione stilisticamente più rilevante grazie alle vistose influenze occidentali in voga al momento: composto da un corpo architettonicamente di chiara impronta europea, è chiuso alla sua sommità da un magnifico tetto spiovente in stile tipicamente locale.
Il Wat Phra Kaew è invece il tempio della famiglia Reale. La costruzione più sacra al suo interno, il “Bot”, delimitato dalle nove pietre sacrali (“Bai Sema”) ognuna doppia ad indicare regalità. Durante il cambio delle tre stagioni climatiche convenzionali della Thailandia (stagione fredda, calda e delle piogge), il Re in persona cambia il dorato abito della statua.  Nell’isolato attiguo al Royal Grand Palace si trova il Wat Pho, il tempio più antico, più vasto e probabilmente più importante di Bangkok. Al suo interno si susseguono una infinità di costruzioni religiose degli stili ed ispirazioni più disparati. Il “Bot” è circondato da ben due file di mura perimetrali, i portici di ognuna delle quali sono arricchiti da una lunga esposizione di statue del Buddha Sakyamuni di vari stili e provenienze. Il Wat Pho è famoso tra i visitatori internazionali soprattutto per l’enorme Buddha dorato scolpito nella posizione sdraiata sul fianco destro e della lunghezza di quasi 50mt che raffigura il Buddha nel momento della morte e della dipartita dal mondo terreno per raggiungere il Parinirvana. Nell’antichità il Wat Pho non era solo un tempio ma una vera e propria università buddista. Qui ad esempio era contenuta la più grande raccolta di libri del Regno, creata dal Re Rama III e purtroppo andata perduta in un incendio. Rimane però ancora la famosa scuola di massaggi ai quali corsi partecipano anche molti studenti internazionali. Pranzo in ristorante locale . Proseguimento delle visite. Si percorre il viale reale Ratchadamnern che transitando per il monumento alla Democrazia e la monumentale statua a cavallo del Re Rama V conduce al quartiere Dusit dove all’interno di una immensa area svettano il prestigioso Phra Thee Nang Anantasamakhom (palazzo dell’Incoronazione), stupendo edificio in stile neoclassico un tempo anche sede del Parlamento, ed altri edifici di rappresentanza che potranno essere ammirati lungo il percorso. All’interno di questo complesso si trova anche il Vimanmek Mansion, stupenda ed esotica residenza Reale in uso nel corso del XIX secolo.  Tappa seguente presso il pregiato Wat Benjamabophit, noto come il “Tempio di Marmo” ed edificato nel corso del XIX secolo dal Re Rama V. Il Tempio di Marmo è oggi considerato quale la più alta espressione artistica della città, con elementi architettonici che fondono l’arte orientale con lo stile occidentale.
La giornata terminerà presso la variopinta e brulicante China Town nei cui pressi si trova anche il Wat Trimitr, il “Tempio del Buddha d’Oro” che verrà visitato. Rientro in Hotel al termine delle visite. Cena inclusa in hotel.

4 ° giorno   AYUTTAYA    (B/L/D)
Colazione in hotel e incontro con la guida parlante italiano presso la hall dell’hotel e partenza per il tour a bordo di mezzo privato.
Da Bangkok si raggiungerà Ayuttaya dopo circa 1 ora di viaggio per visitare le rovine della città che fu capitale di un grande e ricchissimo Impero per oltre 400 anni, dal 1351 al 1767.
I templi della città antica sono architettonicamente suddivisibili in tre diversi periodi stilistici., il primo dei quali è fortemente influenzato dallo stile Khmer della celebre città di Angkor. È in questo periodo che nascono sensazionali opere architettoniche quali i templi Wat Mahathat, Wat Ratchaburana e Wat Phraram. Le loro forme stilistiche sono chiare ed inequivocabili: un possente “Phrang”, seppur più stilizzato ed allungato e con differenti proporzioni tra torre e basamento, domina la parte centrale del tempio in netta ed evidente similitudine con i “templi in piano” a torre singola dello stile “Angkor Wat”.
Il Wat Phraram è probabilmente il tempio più antico di Ayuttaya. Qui venne infatti cremato Ramathibodi I, il Re fondatore della città. Il Wat Mahathat è il tempio più sacro. Fu infatti costruito per conservare una reliquia del Buddha. Il Wat Ratchaburana fu invece dedicato da Re Boromaraja II alla memoria dei suoi due fratelli maggiori che si uccisero in battaglia per la conquista del trono. Il suo “Phrang” è ancora ben conservato e di magnifiche proporzioni. Questo tempio era inoltre la sede del più ricco tesoro che sia mai stato scoperto ad Ayuttaya e costituito da ornamenti, tavolette votive e figurine del Buddha tutte interamente in oro.
Il Wat Sri Samphet appartiene invece al secondo periodo stilistico, in voga dalla fine del XV secolo e identificato nella forma architettonica del “Chedi” campaniforme che ci indica in modo inequivocabile un rafforzamento dei concetti Buddisti Theravada di Ceylon che prendono il sopravvento sugli elementi sincretistici Indù importati da Angkor. Le sue tre gigantesche pagode allineate da est a ovest costituiscono oggi una delle immagini più celebri e ricorrenti di Ayuttaya. Dello stesso stile è anche il colossale Wat Yai Chai Mongkhon, la cui pagoda campaniforme rappresenta l’edificio monumentale più alto ed imponente della città. Edificato da Re Naresuan il Grande alla fine del XVI secolo, commemora la vittoria di questo fenomenale condottiero nella guerra di liberazione contro l’esercito birmano combattuta a Nong Sarai nel 1593.
È durante questo periodo storico che nascono alcune tra le opere architettoniche più imponenti e che ancora oggi possiamo ammirare in città. Tra queste il Phrang Sam Yot, contrassegnato da 3 torri allineate da nord a sud in forma di “Phrang” ed edificato durante il periodo Buddista Mahayana di Angkor. Le torri erano infatti dedicate alla triade Buddha, Lokhesvara e Prajnaparamita. Nello stesso periodo fu costruito anche il gigantesco e monumentale “Phrang” centrale del tempio Wat Phra Sri Ratana Mahathat. Durante il periodo Buddista Theravada di Ayuttaya il tempio venne modificato in più riprese e con l’applicazione di diversi stili tanto che oggi costituisce uno degli ibridi architettonici più sensazionali ed apprezzabili. Al termine delle visite verrà raggiunta la località di Tak. Sistemazione in Hotel.  Cena inclusa in hotel e pernottamento.

5° giorno   MAE SOT – UMPANG  (B/L/D)
Colazione in Hotel e proseguimento con il tour; inizio del percorso montano per raggiungere la destinazione di Mae Sot. Lungo questo percorso panoramico di circa 80 chilometri, la prima tappa della giornata verrà effettuata presso Il parco nazionale Taksin Maharat al cui interno, dopo un breve percorso nella jungla, incontreremo il krabak, un’albero che ha un’altezza di 50 metri e una circonferenza di 16, il piu’ grande in Thailandia!
Riprenderemo quindi il percorso di avvicinamento a Mae Sot nei cui pressi  visiteremo un villaggio della tribù Black Lahu. Pranzo pic-nic presso il villaggio tribale oppure presso ristorante nella ormai vicina Mae Sot.
Visita di Mae Sot e dei suoi tipici mercati di confine sul fiume Moei.  Costeggiando il confine con la Birmania dopo un percorso stradale lungo e tortuoso, verrà raggiunta la località di Umpang con arrivo previsto nel tardo pomeriggio o prima serata.  Sistemazione e cena presso l’informale THELOOR SU RIVERSIDE RESORT.
Pernottamento.

6° giorno   TEELOR JOR – THILOSU   (B/L/D)
Colazione, check out e partenza per un percorso di White Water Rafting.La cascata delle Teelor Jor sarà la prima autentica meraviglia della natura che s’ incontrerà durante la navigazione, a seguire visita delle Sai Ruhng Waterfall, famose anche per la presenza di sorgenti di acqua calda, proseguimento per la località di Pha Leard Cliff dove verrà effettuato il pranzo a sacco. Da qui si lascierà il corso del fiume per proseguire in direzione delle stupende cascate Thilosu, le più belle dell’Asia! Si raggiungerà il quartier generale del Parco dove sarà allestito l’accampamento.

NOTA BENE: PERCORSO PER LE CASCATE THILOSU – durante la stagione secca è aperto il percorso stradale (17 km di sterrato percorribili solo con 4wd) che giunge fino alle cascate mentre durante la stagione delle piogge (da maggio a novembre) il percorso viene chiuso e l’unico modo per raggiungere il luogo sarà un percorso di trekking di circa 3hrs o più a seconda della prestanza fisica dei partecipanti.  Cena e pernottamento in tenda al campeggio.

7° giorno  THILOSU – UMPHANG  (B/L/D)
Colazione nel campeggio. Partenza per un breve percorso di soft trekking della lunghezza di circa 1,5 Km facile e praticabile da tutti, al termine del quale verranno finalmente raggiunte le maestose Thilosu Waterfalls.
Rientro alla volta di Umphang con le stesse modalità dell’andata. Pranzo e pic-nic en route, arrivo a Umpang e sistemazione al resort.  Cena e pernottamento.

8° giorno  UMPANG –MAE SOT- MAE SARIANG  (B/L/D)
Colazione in hotel e partenza per il Rientro stradale a Mae Sot con visite lungo il percorso alle grotte Takobi ed altre attrattive locali. Raggiunto il capoluogo verrà effettuato il pranzo in ristorante al termine del quale si proseguirà lungo il percorso stradale che costeggia il confine con la Birmania in direzione di Mae Sariang. Si incontreranno alcuni tratti sterrati e di alta montagna. Lungo questo tortuoso percorso si potranno ammirare  le grotte di Mae U-su , in cui si potrà fare una sosta e alcuni parchi nazionali tra i quali spicca il Nam Ngao National Park nel quale sarà possibile praticare il bamboo rafting. Arrivo a Mae Sariang e sistemazione in resort locale.  Cena e pernottamento.

NOTA BENE: Il BAMBOO RAFTING e’ disponibile solo durante la stagione umida

9° giorno  MAE HOG SON – PARCO NAZIONALE MAE SURIN  (B/L/D)
Colazione in hotel e proseguimento verso nord in direzione di Mae Hong Son per addentrarsi nell’entroterra montagnoso dell’omonima provincia fino a raggiungere il parco nazionale Mae Surin.
I luoghi attraversati sono veramente incantevoli. Saranno effettuate alcune soste per ammirarne le bellezze. Nel periodo di novembre queste montagne saranno letteralmente ricoperte di fiori di varie specie e di molti colori tale da rendere il paesaggio ancora più suggestivo.
Si raggiungerà il centro del Parco Nazionale prima dell’imbrunire con pernottamento presso alcuni cottages messi a disposizione dai Rangers del Parco. Specifichiamo che gli alloggi non sono dotati di aria condizionata e non offrono una sistemazione confortevole e di standard internazionale. Alternativamente e a richiesta è possibile pernottare in tenda in un area all’interno del Parco Naturale (le tende verranno fornite dall’organizzazione locale ma dovranno essere montate dai partecipanti). Cena al sacco. Pernottamento all’interno del  Parco Naturale.

10° giorno   MAE SURIN -  PARCO NAZIONALE DOI INTHANON – MAECHAEM (B/L/D)
Colazione e partenza al mattino presto per un avvincente percorso di trekking  per scendere la gola rocciosa che conduce alle stupende cascate Mae Surin. Accompagnati da un ranger locale, dopo circa 3 ore di marcia si giungerà al punto di osservazione migliore delle cascate. Lo spettacolo sarà impressionante: le rapide generate dal piccolo bacino naturale con un getto molto violento fuoriescono dalla roccia e dopo un tuffo di circa di 200 metri si gettano nella verde vallata sottostante. Queste cascate sono tra le più alte e le più spettacolari di tutto il paese. Il percorso è molto lungo e faticoso, le persone che preferiranno non sottoporsi al relativo sforzo fisico potranno ammirare le cascate alla distanza da un punto panoramico nei pressi del centro del Parco. Al termine della visita partenza in direzione della provincia di Chiang Mai lungo un percorso tortuoso e di alta montagna che si snoda tra zone remote e disabitate fino a giungere nell’aerea del Parco Nazionale Doi Inthanon dove si trova la vetta più alta della Thailandia. Sistemazione in locale ed informale resort presso la località di Maechaem. Pranzo al sacco. Cena inclusa in hotel e pernottamento.

11° giorno   MAECHAEM  – DOI INTHANON – OB LUANG – CHIANG MAI  (B/L/D)
Colazione nel locale tipico e partenza per la vetta del Doi Inthanon. Seguendo il ripidissimo versante occidentale si raggiungerà in auto la vetta a quota 2600 mt. Per poi ridiscendere lungo la dorsale orientale incontrando un suggestivo monumento memoriale intitolato alla Regina Madre. Scendendo verso valle potremo ammirare esotici e strabilianti panorami sulle immense vallate circostanti, coltivazioni di riso con la tecnica dei terrazzamenti, mandrie di sonnolenti bufali al pascolo e coloratissime coltivazioni di orchidee. Prossima tappa alle “Siriphum waterfalls” che  irrompono con una violenza inaudita gettandosi lungo un’altissima parete rocciosa verticale che spicca alla vista da lontano. Le cascate infatti si stagliano nitidamente all’orizzonte già diversi chilometri prima di essere raggiunte. Ai piedi delle Siriphum si trova un villaggio tribale abitato da popoli di etnia Karen. Un progetto governativo Tailandese che promuove l’inserimento di etnie che come loro risultano una minoranza nel paese ,  ha creato per loro stupende coltivazioni di fiori, aperte alla visita dei turisti . La tappa successiva verrà effettuata presso le cascate “Watchiratan”, la cui violenza del getto che cade da una altezza piuttosto considerevole è tale da inondare l’intera area circostante. Sarà impossibile ammirare le cascate e riuscire allo stesso tempo a salvarsi dalla doccia fresca del tardo mattino. Informale pranzo thai pic nic presso le Watchiratan.
Si giungerà quindi a valle uscendo dal Parco Nazionale per proseguire in direzione ovest verso la località di Hot; dove nei nelle vicinanze  si trova un santuario naturale di ineguagliabile bellezza. Ob Luang,santuario naturale , definito il “Grand Canyon della Thailandia”: un violento e vorticoso torrente che si insinua all’interno di un profondo e stretto solco dell’altezza di 60mt tra muri compatti di roccia. Un piccolo ponticello è sospeso sul crepaccio nella parte più alta. Percorrendo il ponte e passando così dalla parte opposta, si può avere accesso ad una zona ricca di grotte le cui pareti mostrano alcuni graffiti preistorici. La giornata verrà conclusa con la visita delle cascate più alte della Thailandia: si tratta delle “Mae Ya”  Waterfalls, incastonate in un paesaggio esotico e surreale, che scendono per ben 120 mt lungo un dolce e progressivo pendio a gradini. Proseguimento. Arrivo a Chiang Mai in prima serata e sistemazione in hotel. Cena inclusa in hotel.

12° giorno CHIANG MAI  (B/L/D)
Colazione in hotel e partenza per la visita al mattino del celebre “Wat Prathat Doi Suthep”, noto agli occidentali come il “Tempio sulla collina”.
Vera e propria effige della città, il Doi Suthep è idilliacamente dislocato in posizione arroccata su di un’alta montagna che domina Chiang Mai da 1060 mt di altitudine. Oltre che alla sua bellezza ed agli sfarzi delle sue rifiniture in oro, il Doi Suthep deve la sua fama alla leggenda di un bianco elefante mitologico che con la sua morte indicò il luogo per la costruzione. Una lunga scalinata di oltre 300 gradini dominata da due serpenti Naga conduce fino alla vetta dove si trovano gli edifici principali del monastero tra cui la celebre pagoda dorata. Le pareti delle mura perimetrali raffigurano le vicende del “Ramakien”, nonchè alcune “Jataka”, episodi che narrano le vicende delle incarnazioni di Gautama precedenti alla vita che lo porterà all’illuminazione ed allo stato di Budda.
Rientro in città, pranzo al raffinato ristorante La Gritta (thai & intl. Buffet) Proseguimento delle visite. Fulcro economico e sociale dell’intero Nord, capitale del Regno di Lanna per oltre cinque secoli, la città di Chiang Mai è un punto di riferimento fisso ed imperdibile per chi visita la Thailandia. Sede oggi di più di due milioni di abitanti, la città storica era racchiusa all’interno di possenti mura perimetrali a pianta quadrata che contenevano i templi e gli edifici più rilevanti. “Wat Phra Sing”, risalente all’inizio del XIV secolo, presenta due edifici di bellezza incommensurabile e dalla caratteristica ed unica struttura in legno sapientemente decorato ed impreziosito da inserti in oro. Il “Bot” contiene una veneratissima piccola statua del Buddha ricoperta in oro mentre il “Vihan” è la sede di una statua di ben più larghe dimensioni. Al fianco di questi si trova la pagoda campaniforme funeraria del Re Mengrai. Importante anche l’antica biblioteca dei monaci per le sue splendide decorazioni delle pareti esterneIl “Wat Suan Dok” è invece un tempio funerario le cui bianche pagode si susseguono su un’area molto estesa.
Di mastodontiche proporzioni era il “Wat Chedi Luang”, la cui pagoda campaniforme (Chedi) raggiungeva un’altezza ragguardevole ma è oggi parzialmente distrutta a causa di un terremoto.
Esternamente alle mura della città si trova invece un tempio dalle forme bizzarre ed insolite. E’ fuori dai circuiti di visita classici ma merita senza dubbio di essere raggiunto in quanto è probabilmente l’ultima testimonianza dell’antico e originario stile Lanna di un tempo. Si tratta del “Wat Jet Yot” (il “tempio dalle sette vette”) e deve il suo nome ad un edificio quadrangolare sorretto da possenti mura e sovrastato da sette pagode che si allungano verso il cielo. Rientro in hotel al termine delle visite. Cena in hotel.

13° giorno  CHIANG MAI – MAE HONG SON  (B/L/D)
Colazione in hotel,  e partenza verso la remota e misteriosa provincia di Mae Hong Son.
Le montagne ed il paesaggio selvaggio ed incontaminato del Nord della Thailandia saranno gli assoluti protagonisti della giornata.. Lungo un percorso che si snoda attraverso strade tortuose e valicando diversi passi a ragguardevoli altitudini si raggiungerà l’isolata cittadina sperduta tra verdissime vallate di Mae Hong Son.
Per intraprendere questo avventuroso ed entusiasmante percorso della lunghezza complessiva di circa 250 km si dovrà partire presto al mattino in modo da avere l’intera giornata a disposizione per effettuare varie ed eccitanti tappe. Al mattino si visiteranno le cascate Mork Fa, le quali si trovano all’interno di un Parco Nazionale dove per i più intrepidi saranno a disposizione anche diversi brevi percorsi di trekking per raggiungere stadi più avanzati della cascata stessa.  Si raggiungeranno quindi alcune sorgenti di acqua calda prima dell’arrivo a Pai, la graziosa cittadina posta all’interno dell’unica ampia valle tra le alte montagne che dividono Chiang Mai da Mae Hong Son.
Pranzo thai a Pai quindi proseguimento fino a raggiungere la tappa più emozionante ed avvincente della giornata, le magnifiche grotte “Tham Lot”, dove la natura ha compiuto un vero prodigio! Un torrente infatti scorre al loro interno attraversandole in senso longitudinale per tutta la loro estensione. Questo torrente è navigabile a bordo di piccole e rudimentali chiatte di bamboo che scivolano silenziose nel buio assoluto della Grotta. L’illuminazione viene fornita da locali accompagnatori dotati di torce a petrolio. Il punto più sensazionale della grotta è costituito dall’uscita nord, opposta a quella di ingresso. Prima dell’arrivo a Mae Hong Son, se le condizioni climatiche lo permetteranno si potrà ammirare il suggestivo effetto naturale del “Thale Mok”, cioè il “Mare di nebbia” che verrà ammirato da un punto panoramico. Sistemazione al IMPERIAL THARA MAE HONG SON circondato da un gradevole ambiente naturale alle porte del piccolo centro di Mae Hong Son. Cena inclusa in hotel e pernottamento

14° giorno  MAE HONG SON – BANGKOK – ITALIA (B/L/-)
Prima colazione in hotel e intera giornata dedicata a Mae Hong Son, alla sua cultura ed ai suoi splendidi paesaggi. La lontananza dai grossi centri ed il suo quasi totale isolamento hanno fatto si che l’arte e le tradizioni locali acquistassero un carattere più simile alla confinante Birmania. Lo si può notare ad esempio passeggiando per i vicoli del tradizionale e pittoresco mercato alimentare che si tiene ogni mattina nella piazza principale e nei suoi Templi. In città se ne trovano due di superba bellezza: il Wat Jong Klang riflette i suoi vivaci colori sul piccolo lago artificiale che si trova nel cuore della cittadina mentre il Wat Phra That Doi Kong Mu domina incontrastato sull’intera vallata dall’alto di una montagna a picco sulla città e da dove si gode di una delle più belle e suggestive panoramiche che le montagne del Nord siano in grado di offrire.
Durante la giornata si avrà poi il modo di assaporare il piacere di un percorso sul fiume Pai a bordo delle tipiche motolance “long tail” e , solo per chi vorrà ,si potrà praticare l’elephant riding attraversando il fiume stesso a dorso dei mastodontici pachidermi. Durante la navigazione sarà possibile effettuare anche una tappa presso alcuni villaggi Padong dove si trovano le “donne giraffa”. La visita sarà soggetta al pagamento di una tassa turistica di ingresso al villaggio non inclusa. Pranzo in città quindi trasferimento all’aeroporto per il volo di rientro a Chiang Mai nel primo pomeriggio. Proseguimento con volo intercontinentale Thai Airways destinazione Italia . Pasti, film e pernottamento a bordo.

15° giorno  ITALIA ( -/-/-)
Arrivo in Italia e fine dei nostri servizi.

Legenda (B/L/D)
B Prima colazione
L Pranzo
D Cena

IMPORTANTE: A seconda della stagionalità il programma potrebbe subire notevoli variazioni.

Compila il modulo per ricevere informazioni su questo viaggio.

* indicates required field

<<<< Torna alle offerte Thailandia

Amati Viaggi di Roberto Amati
Via del Conero 136, 60129 Ancona (AN) Tel 071 9256114 Fax 071 9751030 Cell. 348 9912989
Iscritta al Registro delle Imprese di Ancona a n° 580 R.E.A. AN - 184029
Licenza Agenzia di Viaggio Comune di Ancona n° Prot. 164/2014 del 11/06/2014
Polizza R.C. N°73292743 UNIPOL ASSICURAZIONI SPA
Copyright © 2009 - 2014 Amati Viaggi. All Rights Reserved. P. IVA 02392170425


Contatti | Modalita' di Prenotazione e Pagamento | Privacy | Condizioni di Vendita

This site is protected by WP-CopyRightPro
m4s0n501